Nomos & Khaos – Rapporto Nomisma 2011-2012 sulle prospettive economico-strategiche

35,00

COD: 978-88-6140-116-7 Categoria:

Descrizione

L’ottava edizione di Nomos & Khaos si articola in quattro parti. Nella prima, come di consueto, viene esposta la visione d’assieme dei principali sviluppi politico-strategici ed economici intervenuti sulla scena internazionale negli ultimi dodici mesi. Con un’innovazione rispetto al passato, si è peraltro deciso di aggiungervi l’analisi specifica di quello che è stato ritenuto l’evento pivot del periodo d’osservazione: la crisi dell’Europa.
Le due sezioni maggiori del rapporto analizzano rispettivamente le prospettive economico-finanziarie e politico-strategiche dischiuse dagli avvenimenti più recenti o ancora in corso, riservando una particolare attenzione ai rapporti tra Stati e mercati, alla crisi della governance globale, alle guerre in atto nelle borse e alla trasformazione del web, che parrebbe rendere ormai possibile il controllo capillare delle persone e delle loro attitudini. È altresì presente una rassegna degli sviluppi più importanti intervenuti nella politica delle maggiori potenze e nelle principali aree geopolitiche del pianeta.
La parte finale contiene le conclusioni del Rapporto. L’approccio di Nomos & Khaos permane olistico, rinnegando le compartimentazioni tra analisi geopolitica ed economico-finanziaria che limitano la maggior parte delle ricerche disponibili e tendono a separare in modo innaturale politica economica e politica estera.
Negli ultimi dodici mesi instabilità e disordine si sono ulteriormente accentuati, ponendo nuove sfide alla governance globale e alla gestione del processo d’integrazione europea.
Hanno contribuito a questa tendenza tanto l’opzione statunitense in favore dello Smart Power, che implica un minor impegno degli Usa per la stabilizzazione internazionale, quanto gli effetti cumulativi del processo di redistribuzione della ricchezza e del potere politico, ormai in atto da almeno tre decenni, ma in evidente accelerazione.
La capacità di gestione delle crisi è complessivamente diminuita tanto nell’ambito strategico quanto in quello economico-finanziario, con conseguenze che rischiano di essere drammatiche soprattutto per l’avvenire dell’Europa, nella quale sono ormai in pericolo conquiste che si ritenevano irreversibili, come l’apertura delle frontiere e la creazione della moneta unica.
Non tutto, però, è ancora perduto. Piuttosto, è opinione degli estensori del Rapporto che gli europei possano ancora sottrarsi ad un destino di declino e marginalità geopolitica, intraprendendo una coraggiosa azione di riforma delle istituzioni comunitarie che ne elimini le più rilevanti vulnerabilità sistemiche. Una questione decisiva è quella concernente i poteri della Banca Centrale Europea, al cui potenziamento resiste tuttavia la Germania, Paese che sembra aver sposato un’accezione piuttosto ristretta dei propri interessi nazionali.
Sullo sfondo, peraltro, c’è la più essenziale questione del posizionamento dell’Unione Europea nei nuovi equilibri globali che si stanno delineando. Nomos & Khaos passa in rassegna, come di consueto, gli scenari che si presentano davanti ai decisori politici e ai concerned citizens del nostro Continente, evidenziando le connessioni esistenti tra la gestione dei fenomeni economici e le loro ripercussioni geopolitiche generali.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.5 kg
Dimensioni 17 × 24 cm
A cura dell'

Osservatorio Scenari Strategici e di Sicurezza di Nomisma

Pagine

448

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nomos & Khaos – Rapporto Nomisma 2011-2012 sulle prospettive economico-strategiche”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *